Dario Valsesia e la sua Surly Krampus: siamo vivi. Avventura ghiacciata a -50° sotto zero, direzione Polo Nord

Sterzo e freni bloccati, principio di congelamento alle dita, proseguiamo per realizzare il nostro sogno

Dopo circa 600km e 5 giorni, siamo arrivati a Fort McPherson, qui abbiamo trovato un pc per scrivere, ma siamo stanchissimi e faccio fatica a tenere gli occhi aperti.

Tombstone Mountain - Foto tratta da Flickr.com http://www.flickr.com/photos/rangergord/3269954198/

12 marzo 2013

Siamo partiti da Dawson City il 12 marzo, alle 9.30 del mattino con una temperatura di -35°, dopo circa 110km, giornata buona, alle sette e mezza di sera ci siamo fermati a Tombstone Mountain.
Per cena ravioli in scatola scaldati con i nostri fornellini: una specialità…
Abbiamo trascorso la notte dormendo sui tavoli di un cabin.

Foto tratta da Flickr.com http://www.flickr.com/photos/gord99/364187041/

13 marzo 2013

Partenza alle 8.30, temperatura -35°, quando siamo arrivati sotto il passo si è alzato un vento fortissimo, il cielo era sereno, ma non si vedeva oltre un metro per la bufera.
Toni era davanti a me, tutti e due in mezzo alla strada, dopo circa 2km l’ho perso di vista e per 10km non l’ho più visto, fino a quando non abbiamo raggiunto il passo.
Quando pensavo fosse davanti, invece era dietro di 100mt, ci siamo superati senza vederci. Al passo finalmente il tempo è migliorato, ma per fare 20km ci sono volute 4 ore, tutte a piedi.
Abbiamo continuato tutto il giorno, a temperature sempre bassissime, con la strada ghiacciata, ma scorrevole.
Siamo arrivati a Engineer Creek, io verso le dieci e mezza di sera e Toni a mezzanotte, perché ha avuto un po’ di problemi intestinali e si è dovuto fermare.
Con un principio di congelamento alle dita, abbiamo dormito sempre sui tavoli di una cabin, dormito… così così, per colpa delle temperature bassissime.

Bufera - Foto tratta da Flickr.com http://www.flickr.com/photos/lit_foto/309373534/

14 marzo 2013

Al mattino alle 8.30, la temperatura era -45°. La giornata peggiore, abbiamo toccato i -48°/-50° sotto zero.
Siamo partiti spingendo le biciclette per scaldarci, lo sterzo ero bloccato, i freni bloccati, la ruota libera che non prendeva più, in poche parole gelati.
Verso le 11 abbiamo usato il gas per scaldare il mozzo, dopodiché siamo ripartiti a -35° per un up and down per le Ogilvie’s Mountain.
Abbiamo pedalato fino alle 20,30 circa, abbiamo trovato un posto al caldo per fortuna, un impianto per l’estrazione mineraria dove ci hanno ospitato per la notte.

20mi a Eagle Plain - Foto tratta da Flickr.com http://www.flickr.com/photos/travfotos/249364374/

15-16-17 marzo 2013

Siamo ripartiti al mattino sempre -35° sotto zero, la giornata è trascorsa senza problemi, siamo arrivati a Eagle Plain in un bell’albergo, un posto favoloso panoramicamente parlando.

Il percorso da Eagle Plain a Fort McPherson è di circa 180 km, l’abbiamo spezzato in due parti, dormendo presso una cabin rock river il primo giorno, il secondo giorno siamo passati attraverso il Circolo Polare Artico (il primo giorno ho sbagliato).

Fort McPherson - Foto tratta da Flickr.com http://www.flickr.com/photos/ntlibrarian/123002514/

Abbiamo raggiunto il confine con lo Yukon e il Northwest Territory, dove abbiamo spostato l’orologio avanti di un’ora.
La strada e il paesaggio eccezionali, da togliere il fiato.

Risalendo le montagne Richardson e con una lunga discesa alternata a leggere salite, abbiamo raggiunto Fort McPherson. Qui una famiglia Inuit ci ha ospitato. Siamo al caldo, ora pensiamo a mangiare e a riposarci un po’.

Prevediamo in 2/3 giorni di arrivare a Inuvik e poi decideremo se continuare per Tuktoyaktuk
Siamo molto stanchi, il percorso è lungo e impegnativo e visto il il gran freddo che abbiamo patito, siamo un po’ dubbiosi se proseguire o meno.

Dawson City - Tombstone Mountain - Engineer Creek - Eagle Plain - Fort McPherson

Toni: “Il paesaggio è bellissimo, stiamo realizzando un sogno, ma non vedo l’ora di arrivare in fondo”.
Dario: “Tutto vero, come dice Toni, però non credevo fosse così impegnativo e sinceramente sono stufo del gran freddo preso”.

Il prossimo aggiornamento a Inuvik, un “caldo” saluto a tutti!
Dario

 

La foto di copertina è tratta da Flickr.com http://www.flickr.com/photos/ollesvensson/4411903018/