Tuscany Trail 2014 in Fat Bike

Abbiamo intervistato Maurizio Deflorian (Nonnocarb) dopo il Tuscany Trail percorso con la sua Salsa Beargrease con cerchi kuroshiro in carbonio, leggerissima, forse non una scelta scontata per molti partecipanti.

Un dato nudo, quante ore ci hai messo?

Sono partito il 1 maggio alle ore 8.30 e arrivato il 4 maggio alle 13.38, pedalate effettive 45 ore.

Come ti sei organizzato per gli orari? Quante ore pedalavi? Quanto hai dormito?

Questa domanda è già più complessa, dipende dai giorni: il primo giorno ho pedalato fino alle 4.30, 220 km e 4000 mt di dislivello, il secondo giorno sono ripartito alle 6 dopo aver riposato su una panchina e arrivato a Siena alle 19, sono stato bloccato da un diluvio universale, fatti 135 km e 2700 mt, ho dovuto dormire per forza in albergo, terzo giorno sono partito sotto l’acqua battente (durata quasi tutto il giorno) alle 8 e arrivato a Saturnia alle 22 (e a quel punto ho fatto naturalmente il bagno nelle pozze di acqua calda rigenerante!) e poi ho dormito all’aperto in sacco a pelo, totale di 180 km e 2600 mt, quarto giorno sono partito alle 6 e arrivato alle 13.38 a Capalbio dopo il passaggio sull’Argentario, 110 km e 1000 mt. Senza la pioggia avrei pedalato un pò di più, ma in fondo meglio cosi perchè di giorno mi sono goduto i panorami splendidi.

Cosa hai mangiato durante il viaggio?

Il primo giorno mi sono portato dietro il più possibile in autonomia anche perchè i negozi erano chiusi: quindi panini, banane, barrette, frutta secca. La mattina sosta al primo bar con cappuccino e svariati cornetti, poi prendevo un paio di panini da portarmi via e facevo sosta in un negozio per comprare banane e biscotti, la sera se possibile cercavo una pizza al taglio.

Come hai affrontato il maltempo, hai pedalato anche sotto la pioggia?

Si, il secondo giorno per fortuna pioveva solo sull’ultima discesa prima di arrivare a Siena, ma era un diluvio. Il giorno dopo quasi tutto sotto la pioggia, ma con la giacca giusta si stava bene, una volta trovato il coraggio di partire. La cosa più brutta è stata avere le scarpe completamente bagnate per gli ultimi due giorni.

La bici che hai usato è andata bene? La Fat Bike è una scelta che può sembrare controcorrente,  avresti cambiato qualcosa ?

La fat è secondo me è la scelta perfetta per questo tipo di tour, scorrevole su asfalto e comoda su sentieri e scassato. Naturalmente chi non guarda il tempo sceglie una fat da tour, chi ci tiene al risultato sceglie la  Salsa Beargrease con cerchi in carbonio Kuroshiro super performanti. Per il carico io ho scelto il bikepacking: molto maneggevole per andare via veloci, ottimo per tour pedalati, un pò meno per la prima tappa dove c’erano molti tratti su sentiero a spinta e avrei preferito avere uno zaino in spalla per spingere meglio la bici più leggera.

Ti è mancato qualcosa tra quello che ti eri portato?

Più o meno avevo calcolato tutto giusto, mi sono portato solo una giacca in più per sicurezza, viste le previsioni di pioggia, che comunque ho usato pewr dormire durante la notte all’addiaccio visto che la temperatura era scesa a 7 ° . Magari mi porterei un paio di copriscarpe impermeabili, anche se con quella pioggia non so se avrebbero tenuto in ogni caso.

Il percorso era come te lo aspettavi??

Devo dire che alcune parti, erano tecniche, molto più del previsto, specialmente il primo giorno e mi hanno rallentato tanto, però sono stati i tratti dove la fat ha fatto la differenza.

Il momento/i più belli e il posti che ti hanno colpito di più?

Bellissimo è stato il passaggio a Firenze alle 2 di notte, la città cosi non l’avevo mai vista, ancora più bella. Fra l’altro l’abbiamo passata anche in fretta, chi ci è passato di giorno con i turisti ci ha messo anche un’ora.

E poi l’arrivo alle terme di Saturnia in piena notte con il bagno caldo nelle pozze naturali, fantastico!

Tornerai a fare il TT?

Rifarlo? Per quanto mi è piaciuto sicuramente si, trovando magari tre giornate calde e asciutte mi piacerebbe finire entro la terza sera, sempre con una fat naturalmente. Certo dipende dal tempo a disposizione, visto che presto ci saranno tour simili in altre parti d’Italia e a me piace esplorare…..

Beh , complimenti davvero.

Grazie, io mi sono divertito.