Tag Archives: fargo

Salsa forcellini Alternator, il particolare che fa la differenza.

Alcuni biker hanno fatto l’errore di chiedermi come fa la Mukluk ad avere il telaio a geometria variabile.
Per punizione ecco una spiegazione sintetica di questa caratteristica.

Alternator e geometria variabile delle Salsa che li montano (El Mariachi, Fargo, Deadwood, Blackborrow, Mukluk): cosa cambia nella sostanza?

Salsa Cycles: le bici da viaggio

Adventure Bike è lo slogan di Salsa, che vuol dire prendi la tua bicicletta e vai,

parti, per un giro, per una gara, per un viaggio.

Bikeitalia.it pubblica un’ottimo articolo sui modelli specifici da viaggio della Salsa,

La Fargo per i viaggi off road, anche su terreni impervi e la Vaya per viaggi su strade

e sterrati dai fondi più regolari.

I materiali sono titanio e acciaio inox per le versioni più lussuose, acciaio per quelle

più alla portata di tutte le tasche, con tutti i particolari che ti aspetteresti da un telaio

fatto apposta per essere caricato e per partire alla ventura.

Buona lettura!

http://www.bikeitalia.it/2014/03/05/bici-da-viaggio-salsa/

Marco Nicoletti al Tour Divide 2013, il perché di uno stop e la voglia di risalire in sella il prima possibile

Se mi fermo ad analizzare la situazione per cercare di capire cosa è successo, ancora oggi, a distanza di una settimana non mi spiego l’accaduto.

Salsa Colossal: la bicicletta scorrevole come una lama nelle strade piene di curve: precisione, resistenza e comfort

Salsa Colossal una road bike dal fascino irresistibile

La Raza, Casseroll, Pistola, Podio, Primero. Non sono solo nomi, ma alcune delle più iconiche road bikes che Salsa abbia mai creato. Sebbene le radici della casa di Petaluma, in California, affondino nello “sporco”, un cromosoma del codice genetico di Salsa è sempre stato orientato verso il solcare lunghi nastri d’asfalto.

Marco Nicoletti e la sua Salsa Fargo al Tour Divide: 4.400km dal Canada al Messico

Il Tour Divide: l’avventura della tua vita. Partenza il 14 giugno 2013 da Banff.

Marco, mancano due giorni alla partenza per gli Stati Uniti e una settimana alla partenza del Tour Divide, si sta esaurendo l’entusiasmo e l’eccitazione dell’attesa e sta per realizzarsi un sogno: pensi che l’emozione e la bellezza di un evento di tale portata potranno essere un po’ oscurate dalla ‘trance‘ agonistica oppure pensi che darà quel tocco in più alla sfida?

Beh, in realtà mi rendo conto solo ora di cosa sto per affrontare (e non del tutto, credo che finché non sarò in sella il 14 giugno non lo saprò davvero fino in fondo).

Dopo oltre 3000 chilometri, proverò a dirvi perché ho scelto una bicicletta come il Salsa Vaya

Girare il mondo liberamente, andare oltre l’uscita giornaliera, quale che sia il sentiero e il clima: questo è l’obiettivo per cui ho scelto Vaya: le parole di Jacopo.

Ho sempre avuto un rapporto costante con la bicicletta, in molte delle sue declinazioni, mai in modo esasperato, e probabilmente rientro di diritto nella popolata categoria degli amatori più passionali e forse ingenui.

Intervista a Jay Petervary, l’ultra-endurance mountain biker per eccellenza

Intervista originale di Kid Riemer – Salsa Marketing Manager

Oggi, ho il piacere di presentarvi una breve intervista a Jay Petervary, ciclista sponsorizzato Salsa.
Jay ha una grande esperienza nell’ultra-endurance, molto più di quanto noi possiamo mai sognare, e senza dubbio, possiamo imparare molto da lui per migliorare noi stessi come ciclisti.

Versatilità, prestazioni e gusto di guida al massimo: Salsa Vaya Travel è la bicicletta da viaggio senza compromessi

Salsa ha sempre avuto le idee chiare.
Seguire il mercato infatti non aiuta il prodotto a spostarsi avanti. Henry Ford diceva: “se avessi chiesto ai miei potenziali clienti quale fosse il loro desiderio mi avrebbero risposto ‘un cavallo più veloce'”. Concetto chiaro direi sposato in passato da Apple che ha per decenni lanciato prodotti che i clienti ancora non sapevano di desiderare.

Marco Nicoletti a due mesi dalla partenza per il Tour Divide con la sua Salsa Fargo

Marco Nicoletti quest’anno parteciperà al Great Tour Divide, 4400km dal Canada al Messico, lungo le Rocky Mountains, una sfida difficilissima in sella alla sua Salsa Fargo, la bicicletta con la quale ha vinto la Hellas Trans Mountain in Grecia qualche mese fa.
Lo stiamo seguendo durante i preparativi prima della partenza e lo seguiremo durante tutta la gara fino al suo ritorno.

Tour Divide 2013: Marco Nicoletti in sella alla sua Salsa Fargo dal Canada al Messico

Il Tour Divide è una gara annuale di mountain bike che attraversa tutta la lunghezza delle Rocky Mountains, dal Canada al confine con il Messico. Il percorso è lungo 2745 miglia (4.418 km), è un test estremo di resistenza, fiducia in se stessi e forza mentale.